3290329957

Spesso i cittadini stranieri si vedono respingere la domanda di cittadinanza italiana perché incompleta, non commettere anche tu lo stesso errore, rivolgiti allo studio legale De Jure in Foggia per ottenere l’aiuto necessario .

Ecco tutti i documenti necessari per richiedere la cittadinanza italiana:

Cittadinanza italiana per residenza

la domanda di cittadinanza italiana per residenza deve essere corredata da:

  1. Modello B;
  2. Marca da bollo da 16,00 euro;
  3.  Certificato di nascita per le donne che a seguito di matrimonio hanno acquisito il cognome del coniuge, è necessario che il certificato di nascita contenga sia il cognome da nubile che quello da sposata: altrimenti, è necessario allegare anche il certificato di matrimonio) tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza diplomatica o consolare del Paese di origine(o apostillato per i Paesi che hanno aderito alla Convenzione dell’Aja). N.B. il certificato di nascita non scade!
  4. Certificato penale rilasciato dalla autorità competente del Paese di origine, e degli eventuali Paesi terzi di residenza, (scade dopo sei mesi dalla data della legalizzazione ) tradotto e legalizzato dalla Rappresentanza diplomatica o consolare del Paese di origine, o di stabile residenza (oppure apostillato per i Paesi che hanno aderito alla Convenzione dell’Aja del 1961, oppure sostituito dall’estratto plurilingue solo per gli Stati aderenti alla Convenzione di Vienna 1976): originale e fotocopia; Questo certificato non è necessario se il cittadino è nato in Italia o se risiede nel nostro Paese da prima del compimento del 14° anno di età; se il richiedente ha risieduto anche in altri paesi è necessario presentare il certificato penale per ognuno di questi paesi;
  5. passaporto, permesso di soggiorno o attestazione di soggiorno e carta d’identità;
  6. residenza ininterrotta da 10 anni in Italia (4 anni per cittadini UE, 5 anni per i rifugiati, e 2, o /1 anno in presenza di figli, per i coniugi di cittadini italiani): è necessario conoscere la data precisa (giorno, mese e anno) di iscrizione e di eventuale trasferimento ad altro comune, bisogna richiederla agli uffici anagrafe dei Comuni in cui il cittadino straniero ha vissuto negli ultimi 10/5/ 4/2-1 anni. Se il cittadino straniero ha cambiato indirizzo all’interno dello stesso Comune vanno indicate solo le date di trasferimento dal vecchio al nuovo indirizzo.
  7. –dati anagrafici dei familiari conviventi (nome, cognome, luogo e data di nascita) –
  8. bollettino postale versamento 200,00 € (originale e fotocopia) sul c/c n.809020 intestato a: Ministero Interno D.L.C.I. cittadinanza – con la causale: cittadinanza – contributo di cui all’art. 1 co. 12, legge 15 luglio 2009 n. 94. Copia della ricevuta di versamento va allegata alla documentazione.
  9. –data primo e ultimo ingresso in Italia –indirizzi di residenza esteri a partire dall’età di 14 anni –codice K10 o K10C relativo ad eventuali domande di cittadinanza italiana presentate dai familiari conviventi con il richiedente
  10. CU/ MOD.730/ UNICO degli ultimi tre anni del richiedente (basta auto certificarli) o della persona di cui si risulta essere a carico totalmente o in parte (in questo caso è necessario anche il codice fiscale di quest’ultimo). Colf, badanti e collaboratori domestici dovranno invece presentare l’estratto conto INPS

In caso di impossibilità o insufficienza dei redditi degli ultimi tre anni, è sufficiente che il reddito attuale sia adeguato.

PER RICHIESTA CITTADINANZA PER MATRIMONIO – copia atto integrale di matrimonio rilasciata dal Comune italiano in cui è stato trascritto; – data di naturalizzazione del coniuge se non è cittadino italiano dalla nascita (importante perché da tale data si calcolano i 2 anni, necessari per poter presentare istanza, ridotti ad 1 in presenza di figli).

CONTATTACI

Ti aiutiamo ad ottenere la cittadinanza italiana

Siamo in grado di aiutarti a presentare la domanda di cittadinanza completa in ogni sua parte. Massimi risultati nel minor tempo possibile. Affidati a noi per non vederti rifiutare la tua richiesta di cittadinanza.

CONTATTA LO STUDIO

(il primo appuntamento è gratuito)