3290329957

la badante che lavora in “nero” ha gli stessi diritti di un lavoratore assunto regolarmente.

Il datore di lavoro che non abbia provveduto a regolarizzare il rapporto di lavoro rischia una sanzione da:

  • 200 -500 euro per omessa o ritardata comunicazione dell’assunzione all’Inps  ;
  • 1.500 -12mila maggiorata di 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo per la mancata iscrizione all’Inps ;
  • 3.000 euro minimo per l’omesso pagamento dei contributi previdenziali
  • N.B. si tratta di sanzioni tra loro cumulabili

CHE DIRITTI HA LA BADANTE IN NERO? PUO’CHIEDERE GLI ARRETRATI

La badante potrà citare il datore di lavoro al fine di vedersi versare : gli stipendi, la tredicesima, la quattordicesima, i permessi, le ferie e il Tfr e i contributi previdenziali:

La prova del rapporto di lavoro può essere data con :

  • testimonianze;
  • documenti;
  • telefonate ;
  • ricevute formali ;
  • video;

Avvocato Badante in Nero

Lo studio legale De jure ha avvocati specializzati nel trattamento di casi per lavoro in nero su Foggia e provincia e su Napoli e provincia. Per ricevere una consulenza gratuita passa da noi anche senza appuntamento!